Rifiuti: novità della legge di conversione

(L. n. 108 del 29/07/2021, conversione del DL n. 77 del 31/05/2021, pubblicata su Suppl.ordin. alla G.U. n. 181 del 30/07/202)

Qui di seguito riportiamo le principali modifiche intervenute in sede di conversione in Legge del Decreto Legge n. 77 del 31/05/2021 che apporta modifiche alla parte quarta del D.Lgs. 152/2006 dedicata ai Rifiuti:

Viene eliminato al comma 5 dell’articolo 188 il riferimento all’attestazione di avvio a recupero o a smaltimento prevista dal D.L. 77/2021. La scrittura del nuovo articolo prevede che la responsabilità delle operazioni intermedie di smaltimento (D13, D14 e D 15) ricade in capo al soggetto stesso che le attua.

Quindi non è più necessario per il produttore di rifiuti acquisire questa dichiarazione.

È comunque stato mantenuto il riferimento alla comunicazione dell’avvio a recupero o smaltimento dei rifiuti con il nuovo Sistema di tracciabilità dei rifiuti (R.E.N.T.Ri) non ancora attivo (art. 188 bis, comma 4, lettera h).

 

L’art. 230 comma 5, relativo ai rifiuti derivanti da attività di pulizia manutentiva delle reti fognarie, viene esteso anche alle fosse settiche e manufatti analoghi nonché i sistemi individuali di cui all’articolo 100, comma 3 (ossia reti fognarie per acque domestiche), e i bagni mobili. Tali rifiuti si considerano quindi prodotti dal soggetto che svolge l’attività di pulizia manutentiva. La raccolta e il trasporto sono accompagnati da un unico documento di trasporto per automezzo e percorso di raccolta, il cui modello sarà adottato con deliberazione dell’Albo nazionale gestori ambientali entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge



Indirizzo

via Maniago, 15
20134 Milano - Italia
Tel.:+39 02 26412529
Fax:+39 02 26412574