Che cosa è una passività ambientale?

Con passività ambientale, si intende una negatività di bilancio generata da voci inerenti l’area dell’Ambiente.
In molti casi, le aziende che svolgono processi produttivi particolarmente impattanti stabiliscono che una parte (anche cospicua) del loro bilancio venga destinata ad azioni quali il risanamento o la bonifica di aree compromesse dalle loro attività; la rimozione di situazioni d’inquinamento in essere, nelle acque superficiali e profonde o nei terreni di loro proprietà; lo smaltimento di rifiuti e altri materiali pericolosi generati da attività pregresse.
I costi connessi a tali manovre sono generalmente riportati nel Bilancio societario con denominazioni similari a “Fondo Rischio Ambientale”, oppure “Fondo per passività e oneri ambientali”.
Vale la pena di osservare come in sede di compravendita di terreni industriali, i costi di bonifica eventualmente necessari per riportare il sito entro i margini della legalità (oltre che, sperabilmente, nei canoni di rispetto dell’ambiente) risultano intimamente legati ai beni in oggetto, dei quali costituiscono appunto una passività ambientale, opportunamente verificabile tramite una VPA (Valutazione delle Passività Ambientali) prima del concludersi della trattativa.



Indirizzo

via Maniago, 15
20134 Milano - Italia
Tel.:+39 02 26412529
Fax:+39 02 26412574